Dolomia

Pietra Dolomia®

Il nome geologico della Pietra Dolomia® è Dolomia Cristallina del Serla – dal Monte Serla, in tedesco Sarlkofel – ad Ovest del Lago di Dobbiaco (BZ). Trattasi di un bancone dolomitico di età inferiore, anisica media e, molto spesso, anche anisica superiore. La roccia è costituita da dolomia organogena di ambiente marino. La composizione è dolomitico-calcarea, carbonato doppio di calcio e di magnesio CaMg(CO3)₂, la struttura è massiccia, cristallina, saccaroide, compatta con comportamento meccanico omogeneo, con proprietà fisiche isotrope. La resistenza alla compressione semplice (1.000-1.800 Kg/cm2) la inquadrano tra le rocce resistenti e molto resistenti.

Agglomerato di Pietra Dolomia

La coltivazione della cava permette di usare, ottimizzare e valorizzare tutto il materiale estratto rispettando un progetto di economia circolare dove niente è sprecato e per questo ecosostenibile. Nasce così l’agglomerato di Pietra Dolomia.
Si definisce agglomerato un materiale composto essenzialmente da frammenti di pietra naturale miscelati a cemento e/o sostanze leganti anch’esse di origine naturale. I blocchi così ricavati vengono sottoposti a successive lavorazioni di taglio per ottenere lastre di grande formato di varie misure e spessori. È un prodotto versatile che trova ampio impiego per pavimentazioni e rivestimenti di superfici di grandi dimensioni. Tra i numerosi vantaggi il facile reperimento, le buone caratteristiche meccaniche ed estetiche ed i costi contenuti.

Lavorazioni e finiture

  • Stuccato

pietra-dolomia-lavorazione-stuccato

La stuccatura è una lavorazione che si esegue sulla lastra grezza al fine di chiudere le tipiche porosità della Pietra Dolomia®. La tipologia dello stucco può essere diversa (cemento, mastice, resina) a seconda dell’effetto desiderato dal cliente e dall’utilizzo finale del prodotto lavorato. I tecnici dei nostri laboratori hanno sviluppato uno stucco apposito che ricalca esattamente le sfumature e le gradazioni tipiche della Dolomia, rendendo questa lavorazione impercettibile all’occhio umano. La stuccatura è il primo passaggio di un ciclo che attribuisce al nostro lavorato la massima impermeabilità. A seconda del risultato che vogliamo ottenere e del tipo di utilizzo spesso la lavorazione viene arricchita da ulteriori finiture come la calibratura e la lucidatura, per eliminare ogni irregolarità della superficie.

  • Bocciardato

pietra-dolomia-lavorazione-bocciardato

La bocciardatura è una delle più antiche forme di lavorazione ad urto delle rocce. Processo meccanico eseguito da utensili a punte piramidali, idoneo a scolpire la superficie della pietra. Si tratta di un procedimento piuttosto invasivo che sottopone il materiale a forti sollecitazioni. A livello cromatico si sfumano le difformità, mentre la caratteristica scalfittura della superficie attenua la scivolosità dei piani rendendo questi lavori particolarmente indicati per pavimentazioni calpestabili sia esterne che interne, a misura fissa o palladiana. La massima espressione di questa finitura si ottiene in lavorazioni particolari come portali, imbotti e pilastri.

  • Bugnato

pietra-dolomia-lavorazione-bugnato

Il bugnato (o tranciato) è una finitura ottenuta tranciando le lastre di pietra preventivamente sagomate in forme regolari a parallelepipedo (filagne). Si ottiene una superficie a vista volutamente molto irregolare – a spacco – che mantiene bellezza e forma della roccia naturale, conferendone un effetto materico elevato. Alla superficie esterna si contrappone il lato non a vista che viene segato perfettamente liscio per facilitarne la posa su superfici piane o verticali, mediante applicazione a colla. Lo spessore degli elementi ottenuti va da un minimo di 2,0 cm ad un massimo di 3,2 cm; le lunghezze possono essere fisse fino a 60 cm oppure a correre, mentre le altezze standard proposte sono di 8 – 12 cm e 15 cm; è tuttavia possibile variare le misure per soddisfare al meglio le esigenze del cliente.

  • Spaccato

pietra-dolomia-lavorazione-spaccato

Lo spaccato di Pietra Dolomia® – spaccatello – è ottenuto con un processo simile alla bugnatura, sagomato in piastre di forma irregolare per rivestimenti ad “opera incerta”. La superficie a vista volutamente molto irregolare – a spacco – mantiene bellezza e forma della roccia naturale, conferendone un effetto materico elevato. Alla superficie esterna si contrappone il lato non a vista che viene segato perfettamente liscio per facilitarne la posa su superfici piane o verticali, con applicazione a colla. Si possono anche realizzare elementi per gli angoli partendo dal massello, evitando così giunture antiestetiche a posa ultimata. Componente chiave per un lavoro ad arte è la maestria del posatore che saprà ulteriormente rifinire i bordi della pietra per attribuire un effetto armonico e naturale alla facciata di posa. A seconda dell’effetto voluto la posa può essere eseguita a giunto aperto (con fuga) o chiuso (senza fuga).

  • Spazzolato

pietra-dolomia-lavorazione-spazzolato

Tecnica di lavorazione che serve per conferire alla superficie della pietra un aspetto vissuto.
La spazzolatura consiste in un invecchiamento della superficie ed è eseguita con spazzole abrasive
che vanno ad incidere maggiormente laddove il materiale presenta concentrazioni più tenere.
Il risultato è una superficie irregolare lucida oppure opaca.

  • Micro-bocciardato

pietra-dolomia-lavorazione-micro-bocciardato

Il processo è analogo a quello della bocciardatura, mediante l’utilizzo di utensili meno invasivi che conferiscono al materiale un effetto vellutato ed omogeneo.

  • Sabbiato

pietra-dolomia-lavorazione-sabbiato

Il processo di sabbiatura consiste nel proiettare una miscela abrasiva a forte pressione contro la superficie della roccia. È possibile trattare in questo modo tutte le superfici concave, convesse, piane e curve, dando alle stesse un colore leggermente più chiaro. Questo tipo di lavorazione attribuisce alla pietra un aspetto particolarmente morbido ed elegante.

  • Piano sega

pietra-dolomia-lavorazione-piano-sega

È la dicitura che indica la superficie delle lastre ottenuta dalla sola segagione dei blocchi in cui sono ancora visibili i segni del taglio del disco o della lama. Su tali lastre si eseguono in genere le successive lavorazioni, che in alcuni casi – pavimenti interni – possono anche avvenire in opera (levigatura/lucidatura).

  • Calibratura e Levigatura

pietra-dolomia-lavorazione-calibratura-e-levigatura

La successione di queste lavorazioni si esegue in sequenza per eliminare le irregolarità della superficie – calibratura – e ottenere la finitura liscia – levigatura. La lavorazione di levigatura può essere effettuata con macchine in linea o anche manualmente.

  • Rullatura

pietra-dolomia-lavorazione-rullatura

La rullatura viene eseguita con un’apparecchiatura specifica, composta da un rullo dentato a grana variabile che ruota ad alta velocità sulla superficie della pietra.
La lavorazione incide sulla superficie delle righe, più o meno marcate e più o meno profonde.
L’effetto rigato è apprezzato sia per il rivestimento di pareti interne sia per pavimenti esterni antiscivolo.

Lavorazioni e finiture Agglomerato

  • Bocciardato

pietra-dolomia-lavorazione-agglomerato-bocciardato
  • Spazzolato

pietra-dolomia-lavorazione-agglomerato-spazzolato
  • Levigato lucido

pietra-dolomia-lavorazione-agglomerato-levigato-lucido
  • Levigato opaco

pietra-dolomia-lavorazione-agglomerato-levigato-opaco

Finiture speciali

  • Anticatura

pietra-dolomia-lavorazione-anticatura

L’anticatura è un tipo di finitura “rustica” molto apprezzato che riproduce un preciso effetto estetico. L’irregolarità dei bordi e delle superfici rimanda all’azione del tempo, al consumo provocato dall’uso, all’illusione della lavorazione manuale, più che all’ipotetico stato naturale della materia.

  • Rigatura

pietra-dolomia-lavorazione-rigatura

La luce laterale o radente è la migliore condizione per apprezzare la successione di solchi affiancati, eseguiti a mezzo di dischi diamantati o di un’ampia gamma di utensili a profilo variabile. Impiegata soprattutto per le pavimentazioni esterne.

  • Spuntatura

pietra-dolomia-lavorazione-spuntatura

La spuntatura è una lavorazione che può essere eseguita sia a mano, sia a macchina.
Questa lavorazione dona alla pietra un aspetto molto rustico.
Attraverso la spuntatura si possono imprimere anche particolari incisioni sulla lastra

  • Burattatura

pietra-dolomia-lavorazione-burattatura

Si ottiene con buratti, macchine che utilizzano miscele acquose leggermente abrasive e che consumano i pezzi di pietra per rotolamento, urto e altri movimenti meccanici. I residui stessi dei pezzi lasciati in circolo contribuiscono all’usura artificiale.

BehanceCodePen